Stai cercando qualcosa?

La saldatura elettrica: ecco come fare

Autore:

saldatura elettrica con filo di stagno

In questo post parliamo di saldatura elettrica, ovvero cosa si deve fare per ottenere un risultato impeccabile.

Per prima cosa è bene ricordare che questo tipo di procedura necessita di qualche accortezza in più così da poter lavorare in totale sicurezza senza inutili rischi per la salute: quindi usare sempre mascherina e guanti protettivi.

Ed ora ecco l’indispensabile:
– Spazzola metallica
– Martellina
– Saldatore elettrico professionale
– Pasta antiossidante
– Filo di stagno

saldatore elettrico

Una volta indossati gli accessori di sicurezza si può iniziare con la prima fase. Ovviamente sarà bene scegliere una tipologia di strumento semplice da usare e leggero come il Saldatore a potenza regolabile 1600 della Kemper Group.

Questo perché si tratta di un processo molto delicato a causa delle elevate temperature necessarie per operare. Infatti, risulta tanto più complicato quanto più il materiale sul quale si va ad agire è fragile e poco resistente al calore.

Considerati questi vari aspetti si può cominciare.
Collegare il saldatore alla presa di corrente aspettando che si scaldi adeguatamente ed avvicinare, poi, i due elementi metallici che si desidera unire. A questo punto, accostarne la punta del saldatore nella posizione esatta fino a quando i due elementi si saranno riscaldati. I movimenti dovranno essere precisi, quindi è importante prestare la massima attenzione ed avere una mano ferma. Riscaldati i due giunti inseriremo il filo di stagno che sciogliendosi servirà da legante.

Prima però di eseguire questo passaggio bisogna pulire il giunto per eliminare tracce di unto e di ossido Per farlo si utilizzano la martellina o la spazzola metallica a seconda dell’entità della parte da pulire. Attenzione, per permettere allo stagno di legare perfettamente ai due elementi, e ottenere una saldatura senza imperfezioni, sarà utile una piccola quantità di pasta antiossidante da mettere sul giunto durante il riscaldamento.

Una volta ultimata la saldatura occorre verificare che il tutto sia riuscito. Ciò significa che dovrà avere un aspetto pulito, senza pori o fessure che ne comprometterebbero la durata. In presenza di lievi anomalie basterà ripetere l’operazione aggiungendo, se necessario, un po’ di stagno.

Infine, per una corretta conservazione del saldatore elettrico, mai dimenticare di passare su apparecchiatura e punte uno straccio umido.

Lascia un commento

*

Store Locator

STORE LOCATOR

trova negozio

Video

Hobby e Fai da te
Decorazioni
Saldatura facile