Stai cercando qualcosa?

Realizzare una saldatura a gas professionale in tre semplici passaggi

Autore:

Saldatura a gas di un radiatore

La saldatura a gas risulta la soluzione più rapida quando si devono affrontare piccoli lavori di ristrutturazione oppure riparazioni fai da te su cancelli, bici, tavoli da giardino, radiatori ed oggetti metallici di vario genere.

Prima di tutto, però, è necessario garantire la totale sicurezza durante le varie fasi di lavorazione, quindi tenete a portata di mano mascherina, e guanti. Il secondo passaggio è quello di procurarsi tutti gli strumenti più adatti affinché il lavoro venga svolto con la massima precisione ed abbia una lunga durata nel tempo: un saldatore maneggevole, spazzola metallica, pinza e martello per poter spianare adeguatamente le lamiere, procedere con piccoli aggiustamenti o spostare materiali ancora caldi.

Esistono diversi tipi di saldatura a gas:

  • Saldatura autogena: ovvero quando due parti in metallo vengono messe a contatto tra loro e unite raggiungendo la temperatura di fusione;
  • Saldo brasatura: quando due pezzi di metallo vengono uniti per fusione ad un metallo di supporto.

La più comune, soprattutto per lavori casalinghi, è la saldatura autogena. In questo caso, prima di procedere, è necessario pulire i due componenti con una spazzola metallica così da eliminare l’eventuale ossido in superficie e permettere una fusione ottimale.

Dopo aver eseguito questo passaggio, le due parti da unire devono essere poste nella posizione corretta, stabilmente fissate tra loro e rispetto al piano di lavoro, così da poter iniziare con la lavorazione. Nel caso in cui le parti fossero sagomate, è necessario procedere con il loro bloccaggio. Le tecniche di saldatura variano a seconda dello spessore del materiale. Nello specifico, più è sottile e più la saldatura richiede attenzione e manualità perché i bordi da saldare devono essere piegati di 90° gradi in modo da formare uno spessore ulteriore utile per un risultato migliore.

Prendiamo quindi il nostro saldatore ed accendiamo la fiamma del cannello, stando attenti a spegnerla quando non la utilizziamo così da prevenire rischi ed inutili sprechi di gas ed ossigeno. La procedura prevede alcuni semplici passaggi:

  1. Aprire la valvola della bombola gas e quella dell’ossigeno
  2. Aprire il rubinetto del gas posto sul cannello ed accendere la fiamma
  3. A questo punto aprire il rubinetto dell’ossigeno fino alla comparsa di una fiamma di colore azzurra

Sarà importante effettuare dei movimenti precisi per saldare adeguatamente tutti i punti, stando attenti a mantenere sempre il cannello dritto e ad una certa distanza dal metallo. Al termine dell’operazione, per poter vedere il risultato, bisognerà attendere che il metallo si sia completamente raffreddato. Nel caso in cui si dovesse interrompere il lavoro per breve tempo, chiudere prima il rubinetto del gas e poi quello dell’ossigeno.

Guarda il video per scoprire come applicare la tecnica della saldatura a gas!

Lascia un commento

*

Store Locator

STORE LOCATOR

trova negozio

Video

Hobby e Fai da te
Decorazioni
Saldatura facile