Stai cercando qualcosa?

Chiavetta USB danneggiata? La microsaldatura risolve il problema

Autore:

Riparare il connettore di chiavetta USB con la microsaldatura

Dopo vari tentativi non c’è proprio nulla da fare: la chiavetta USB non funziona più ed il connettore della chiave appare danneggiato.

Come procedere in questi casi?

Per questo lavoro, valido solo con guasti al connettore della chiave USB, sono necessari:
– Microsaldatore
– Un vecchio cavo USB
– Cacciavite piatto
– Lenta di ingrandimento
– Tronchesine

Quando tutto l’occorrente sarà pronto si può iniziare con la riparazione. Prendere la lente di ingrandimento per ispezionare accuratamente il circuito stampato e le piazzole di saldatura. Se il circuito dovesse risultare alterato, o le piazzole sollevate, bisognerà sospendere il lavoro” fai da te” e consultare un professionista perché la procedura potrebbe rivelarsi molto più complicata del previsto.

Se invece non dovessero presentarsi queste due eventualità si può procedere con la seconda fase. Posizionare quindi l’unità di memoria su di una superficie dura, con il connettore rivolto frontalmente e le piazzole di saldatura verso l’alto.

A questo punto servirà il vecchio cavo USB. Con il tronchesino eliminare circa mezzo centimetro di guaina in tutti e quattro i fili che compongono il cavo.

Ora preparare il microsaldatore ed attendere che la punta sia calda. Questo strumento è utile proprio perché in grado di eseguire delle saldature professionali in presenza di micro componenti, senza comprometterne la funzionalità. Trattandosi di lavori estremamente delicati, i movimenti dovranno essere leggeri, precisi e senza una eccessiva pressione che, altrimenti, danneggerebbe i circuiti. Il Microsaldatore professionale 12100KIT Kemper Group risulta una soluzione ottimale proprio in virtù della sua maneggevolezza, rapidità e completezza grazie alle diverse punte intercambiabili presenti nel kit.

Appena la punta del microsaldatore sarà calda, saldare i fili alle piazzole di saldatura seguendo un percorso da sinistra verso destra, ovvero con i colori nero, verde, bianco e rosso.

Durante questa procedura è fondamentale porre la massima attenzione a non sbagliare l’ordine dei fili perché causerebbe la rottura del dispositivo.

Se non si dovesse avere a disposizione un vecchio cavo USB, la sua funzione può essere facilmente sostituita con dei fili elettrici semplici: basterà saldare ogni filo con il corrispondente indipendentemente dal colore.

Ora non rimane che inserire l’estremità del cavo USB in un computer ed osservare quello che succede. In altre parole, se il dispositivo verrà riconosciuto salverà tutti i file sul computer, in caso contrario il problema potrebbe non essere del connettore.

Lascia un commento

*

Store Locator

STORE LOCATOR

trova negozio

Video

Hobby e Fai da te
Decorazioni
Saldatura facile